Consiglio Regionale della Puglia http://portale2020.consiglio.puglia.it/ Consiglio Regionale della Puglia it-IT Copyright 2022 Fri, 15 May 2020 18:58:30 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/Images/logo.png Consiglio Regionale della Puglia http://portale2020.consiglio.puglia.it/ http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74206/Il-presidente-Loizzo---siamo-con-i-giornalisti-dell-ANSA-in-agitazione- Laudadio Felice Presidente del Consiglio Il presidente Loizzo: “siamo con i giornalisti dell'ANSA in agitazione” Il Consiglio regionale della Puglia è con i giornalisti dell&#39;ANSA in agitazione: lo dichiara il presidente della massima Assemblea pugliese, Mario Loizzo, in una nota nella quale raccoglie l&#39;appello lanciato alle Autorità e ribadisce la vicinanza e il sostegno a “lavoratori” che assicurano “un&#39;informazione oggettiva, non schierata e pluralista”, di cui le istituzioni e l&#39;intero mondo politico sono allo stesso tempo utenti e protagonisti, “considerati con equilibro ed equidistanza”, secondo la linea di un&#39;azienda al servizio della democrazia dal secondo dopoguerra e di professionisti altamente formati, sempre ben diretti e deontologicamente impeccabili”.<br />I giornalisti ANSA ritengono irricevibile il piano proposto dall&#39;azienda per far fronte ai minori ricavi legati all&#39;emergenza sanitaria Covid-19. “Come già affermato, di questi tempi, per altre crisi aziendali ed altre maestranze”, il presidente Loizzo ribadisce “che non possono essere i dipendenti di un&#39;impresa, editoriale in questo caso, a pagare il costo di una calamità qual è la pandemia, di cui sono esclusivamente vittime, come tutti”.<br />L&#39;auspicio di Loizzo è “che l&#39;azienda riveda le misure che penalizzano il personale e che finirebbero per pregiudicare la stessa funzione informativa dell&#39;Agenzia di stampa, in un momento in cui &#39;il ruolo dell&#39;informazione è quanto mai essenziale&#39;, come i redattori insistono giustamente”, nell&#39;annunciare le prime 48 ore di astensione dal lavoro. “Tanto più irrinunciabile è l&#39;informazione autenticamente imparziale e indipendente assicurata dall&#39;ANSA, anche negli ultimi difficilissimi mesi per il Paese, i lavoratori e i cittadini”. (fel)&nbsp; Fri, 15 May 2020 18:58:30 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74205/Fondi-europei-Jtf--Perrini---Fitto-ha-posto-temi-seri-e-lanciato-invito-a-collaborare-nell-interesse-della-Puglia--Rosa-D-Amato-l-ha-buttata-in-polemica-politica--peccato-- Racanelli Mariantonietta Attività produttive Fondi europei Jtf, Perrini: “Fitto ha posto temi seri e lanciato invito a collaborare nell’interesse della Puglia, Rosa D’Amato l’ha buttata in polemica politica, peccato…” La replica del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini, all’europarlamentare grillina, Rosa D’Amato <br /> <br />“Spiace che l’eurodeputata grillina, Rosa D’Amato, l’abbia buttata in polemica politica. L’on Raffaele Fitto sul Just Transition Fund ha posto seri problemi e lanciato a tutti gli eurodeputati pugliesi l’invito a fare squadra, insomma di remare tutti nella stessa direzione per dirottare più fondi per l’Italia e conseguentemente per la Puglia. <br /> <br />“Anche perché, se ho ben capito, i 364 MILIONI, sono sicuramente pochi, ma purtroppo non sono per Taranto e il Sulcis in Sardegna, ma è la quota assegnata a TUTTA L’ITALIA. Una cifra talmente irrisoria da non bastare neppure per l’ambientalizzazione e le infrastrutture delle aree circostanti l’ex Ilva, figuriamoci divisa per tutti i siti italiani! Non solo proprio per Taranto ci potrebbe essere problemi con l’art.5 del programma che potrebbe addirittura portare all’esclusione.&nbsp;<br />Per questo l’on. Fitto ha invitato tutti e trasversalmente a non dividersi sulla questione, a presentare emendamenti (entro il 20 maggio prossimo) che possano tutti andare in un’unica direzione, ma è evidente che la D’Amato pensa più ai polacchi che ai tarantini”. /comunicato Thu, 14 May 2020 19:07:07 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74204/Tamponi--Conca---Emiliano-la-smetta-di-dire-bugie-grossolane- Racanelli Mariantonietta Sanità Tamponi, Conca: "Emiliano la smetta di dire bugie grossolane" <p>Nota del consigliere regionale Mario Conca</p><p>&quot;Leggere sulla stampa le dichiarazioni del presidente Emiliano nuoce gravemente alla salute e mi impediscono di tacere. Il pluri-assessore ha avuto il coraggio di affermare che la Puglia ha fatto lo stesso numero di tamponi del Veneto in rapporto ai positivi. Probabilmente il rapporto percentuale è lo stesso, peccato però che, ad oggi, il Veneto ha già somministrato 500 mila tamponi alla ricerca dei positivi e noi solo 85 mila per spegnere i focolai. Siccome la matematica non è un opinione, considerato che i positivi del veneto sono circa 19 mila e quelli pugliesi solo 4.357, è evidente che l&#39;esimio presidente ha raccontato l&#39;ennesima bugia per buttare fumo negli occhi hai pugliesi e prendere in giro gli operatori sanitari. Continuare a mistificare la realtà è davvero intollerabile, ma davvero crede che abbiamo tutti l&#39;anello al naso? <br />Chieda scusa a tutti i cittadini e si faccia da parte, sono certo che spunterà un buon contratto televisivo dove potrà andare ad intrattenere i telespettatori edulcorando la realtà&quot;. /comunicato</p> Thu, 14 May 2020 18:53:49 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74203/Infermiere-di-famiglia--Galante---In-Puglia-lo-chiedevamo-da-anni--Grazie-al-Governo-la-figura-adesso-e-prevista-in-tutte-le-Regioni- Racanelli Mariantonietta Sanità Infermiere di famiglia. Galante: “In Puglia lo chiedevamo da anni. Grazie al Governo la figura adesso è prevista in tutte le Regioni” <p>“Finalmente una norma nazionale omogenea per tutte le Regioni prevederà la figura dell’infermiere di famiglia o di comunità. Da anni in Regione chiediamo l’istituzione di questa figura, in modo da potenziare l’offerta dei servizi di assistenza territoriale e domiciliare. Abbiamo presentato emendamenti in legge di bilancio e mozioni e avuto incontri anche con l’assessore Leo, in modo da avviare i percorsi di formazione idonei. La scorsa estate sembrava che avessimo raggiunto l’obiettivo, invece si sono perse le tracce dell’assessorato, probabilmente per la contrarietà di Emiliano che ancora una volta ha dimostrato capacità di programmazione per il futuro pari a zero” Lo dichiara il consigliere del M5S Marco Galante. <br /></p><p>L’infermiere di famiglia si occupa di assistenza in collaborazione con il medico di famiglia, operando in sinergia con quest’ultimo in una zona delimitata. In questo modo il malato viene assistito dall’infermiere direttamente presso il proprio domicilio, con una conseguente riduzione degli accessi al pronto soccorso e delle degenze ospedaliere, nonché un sicuro aumento dell’appropriatezza clinico organizzativa delle prestazioni sanitarie.<br /> <br />“Sono 9000 le assunzioni previste - continua Galante - in supporto alla gestione dei pazienti Covid -19 da una parte, ma anche per l’assistenza sempre necessaria a cronici e fragili non Covid. Se in Puglia ci si fosse attivati quando chiedevamo di farlo, a quest’ora avremmo avuto delle figure già formate e immediatamente operative. L’infermiere di famiglia/ comunità è già attivo in altre regioni come Friuli-Venezia Giulia e Toscana, dove già affianca i medici del territorio e altre Regioni hanno deliberato la sua in introduzione come il Piemonte, la Liguria, il Lazio. In questo modo è migliorata l’assistenza e sono diminuiti gli accessi impropri in ospedale, ottenendo una riduzione del 20% dei ‘codici bianchi’ al Pronto Soccorso, del 10% delle ospedalizzazioni e interventi più rapidi sul territorio. Ora serve un modello di assistenza in cui Governo e Regioni prevedano l’organizzazione omogenea sul territorio di queste nuove forze e definire come la figura di questi professionisti debba essere formata e riconosciuta. Tutte cose che si sarebbero potute fare per tempo se solo Emiliano avesse pensato un po’ più ai cittadini e un po’ meno a se stesso”. /comunicato</p> Thu, 14 May 2020 18:47:59 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74202/Congedo---Guido-ha-vigilato-su-circolazione-buoni-spesa--Salvemini-lo-ringrazi-anziche-pretendere-scuse- Racanelli Mariantonietta Politica locale Congedo: "Guido ha vigilato su circolazione buoni spesa. Salvemini lo ringrazi anziché pretendere scuse" <p>Nota del consigliere regionale Erio Congedo</p><p>&quot;Dopo l’indagine della Questura di Lecce circa i buoni spesa falsi ci saremmo aspettati che il sindaco di Lecce riconoscesse il merito del collega Andrea Guido di aver portato alla luce delle anomalie nella circolazione dei buoni, riconoscendo allo stesso di aver fatto il suo dovere di rappresentante della comunità leccese. Invece apprendiamo che il Sindaco di Lecce intende perseverare con la querela nei confronti di Andrea Guido salvo che questo non chieda pubblicamente scusa. Questo conferma l’assoluta insofferenza del Sindaco verso chiunque non si pieghi al Salvemini-pensiero, con buona pace del confronto democratico tanto proclamato ma, evidentemente, per niente praticato. Inoltre, ci chiediamo di cosa si dovrebbe scusare Andrea Guido? Di aver agito con lo spirito del buon padre di famiglia e di amministratore attento e vicino ai cittadini? Se Salvemini immagina con questo atteggiamento di imbavagliare l’opposizione, sappia che si sta sbagliando di grosso e che questo è un tentativo maldestro e rozzo destinato a cadere nel vuoto. Per quanto ci riguarda, non ci faremo minimamente intimorire e proseguiremo con Andrea e con tutti i colleghi del centrodestra ad esercitare il nostro diritto-dovere di critica e di opposizione nell’interesse di Lecce e dei leccesi&quot;.&nbsp;/comunicato</p> Thu, 14 May 2020 18:43:26 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74201/Riattivare-immediatamente-i-CUP--Conca---Per-i-pugliesi-prenotare-una-visita-e-una-vera-odissea- Racanelli Mariantonietta Sanità Riattivare immediatamente i CUP, Conca: "Per i pugliesi prenotare una visita è una vera odissea" Nota del consigliere Conca all&#39;assessore alla Sanità <br /> <br />&quot;Ho scritto nuovamente all&#39;assessore Emiliano per rappresentargli l&#39;odissea che i pazienti sono costretti ad affrontare per prenotare una semplice visita specialistica o un esame diagnostico. Probabilmente lui non avrà il tempo di leggere i tanti messaggi che riceve, immagino sia complicato trovare spazi vuoti tra una comparsata in tv e una diretta Facebook, ma io sono abituato a dare ascolto e risposte alla gente. Gli ho partecipato alcuni messaggi ricevuti da cittadini, per dargli l&#39;occasione di capire il malfunzionamento del sistema sanitario che fa finta di governare. I numeri di telefono, che i medici di famiglia distribuiscono ai loro pazienti, sono quasi sempre occupati perché gli operatori del call center sono solo poche unità. Spesso il Sist salta e si blocca tutto il sistema di prenotazioni per giorni interi, i Cup sono ancora chiusi dal 9 di marzo perché si deve fare il recall per recuperare i mesi di blocco, insomma, una mission impossible per molti pugliesi che vengono sballottati e, disperati, chiedono il mio aiuto. I siti delle aziende sanitarie non sono aggiornati e non si può pretendere che una popolazione mediamente anziana debba scrivere una mail per dare risposta. I Rula (Responsabili unici delle liste d&#39;attesa) non sono coordinati fra loro e, tanto per cambiare, le situazioni variano da provincia a provincia perché manca l&#39;indirizzo politico a livello di dipartimento di salute e del famigerato DG10. L&#39;Assessore Emiliano deve dare la possibilità a tutti di prenotare e deve far ripartire l&#39;operatività di tutte le strutture pubbliche, visto che dal 4 maggio non si è mosso quasi nulla e la gente sta ritardando diagnosi, sta compromettendo il proprio quadro clinico e l&#39;aspettativa di vita&quot;. /comunicato<br /> Thu, 14 May 2020 18:33:44 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74200/Brindisi--vertenza-Santa-Teresa--Bozzetti---Riprendere-subito-il-tavolo-per-salvare-i-lavoratori- Racanelli Mariantonietta Lavoro Brindisi, vertenza Santa Teresa. Bozzetti: “Riprendere subito il tavolo per salvare i lavoratori” “L’emergenza Coronavirus non può farci dimenticare le vertenze nella nostra regione. Chiediamo un nuovo tavolo, anche in videoconferenza, per risolvere la situazione dei lavoratori della Santa Teresa. Ancora tanti aspettano di essere ricollocati”, lo dichiara il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti, che da anni segue la vertenza dei dipendenti della partecipata Santa Teresa della Provincia di Brindisi, una delle poche partecipate degli enti provinciali a livello nazionale ancora ad oggi in vita grazie all&#39;impegno e al sacrificio di tanti, soprattutto degli oltre 100 lavoratori. <br /> <br />“Prima dell’emergenza - spiega Bozzetti - si era arrivati finalmente all&#39;accordo per una convenzione siglata tra Arpal e Santa Teresa e che prevedeva l’inserimento di non meno 9 lavoratori per il potenziamento dei centri per l’impiego. Una convenzione tra Arpal e Santa Teresa che noi chiedevamo da anni e che oltre ad assorbire una parte dei lavoratori avrebbe anche migliorato le condizioni del centro per l’impiego di Brindisi da sempre con gravi carenze di personale. Adesso bisogna ripartire con ancora più vigore. Chiediamo che venga ripreso il tavolo di trattativa avviato dalla Regione Puglia tramite la Task Force per l&#39;occupazione anche per portare a termine l&#39;impegno preso per il reimpiego di ulteriori cinque dipendenti provenienti dal settore delle pulizie e rimaste fuori proprio a causa di un dubbio affidamento diretto dato dalla Regione Puglia. Riattivare questi progetti vorrebbe dire cominciare a dimezzare il numero di dipendenti da ricollocare rispetto ai 30 esuberi paventati dalla Santa Teresa a inizio anno e riavviare le attività per il rilancio dell’azienda e la salvaguardia dei livelli occupazionali, compresa l&#39;unità proveniente dalla liquidazione dell&#39;altra ex partecipata della provincia, la Brindisi Pubblici Servizi. In questo momento drammatico per l&#39;economia, la situazione di tanti lavoratori è ancora più a rischio. Non possiamo aspettare ancora. Stiamo lavorando incessantemente per velocizzare sia il pagamento degli ammortizzatori sociali, fermi ancora all&#39;INPS, sia per snellire le procedure per l&#39;erogazione delle prossime mensilità per poter dare una boccata d’ossigeno ai dipendenti che aspettano da troppo tempo. La Regione non può dimenticare questi lavoratori”. /comunicato Thu, 14 May 2020 17:36:12 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74199/DEA-Lecce--Laricchia---Dopo-il-nostro-esposto-in-Procura-la-Finanza-negli-uffici-della-Asl--Emiliano-invece-continua-a-tacere- Racanelli Mariantonietta Sanità DEA Lecce. Laricchia: “Dopo il nostro esposto in Procura la Finanza negli uffici della Asl. Emiliano invece continua a tacere” “Apprendiamo dalla stampa che la Guardia di Finanza avrebbe acquisito dagli uffici della Asl di Lecce gli atti relativi alla fornitura dei gas medicali al Vito Fazzi. Quella su cui abbiamo presentato oltre un mese fa un esposto alla Procura di Lecce, chiedendo di fare chiarezza sugli affidamenti e le autorizzazioni riguardanti il DEA. La Ditta che rifornisce l’ossigeno medicale, la Air liquid non avrebbe infatti il contratto di manutenzione in quanto scaduto 31 dicembre scorso. La stessa azienda avrebbe svolto ieri attività di manutenzione della condotta di collegamento tra la centrale dei gas medicali del Fazzi e quella del Dea, dove pare si sia registrata una piccola lesione. Al di là del lavoro della magistratura, riteniamo urgente una verifica politica su quello che è stato fatto e che l’assessore Emiliano non possa continuare a restare in silenzio, nonostante le nostre interrogazioni”. Lo dichiara la consigliera del M5S Antonella Laricchia. <br />“Ancora non abbiamo saputo - continua Laricchia - il perché si sia deciso di sostituire un serbatoio già collaudato invece di installarne un secondo, come da progetto e indicazioni dei Vigili del Fuoco e ritardando così l’apertura del presidio in piena emergenza Covid-19. La spiegazione del direttore generale Rollo è stata smentita in tv e da allora non abbiamo più avuto notizie. Non ci stancheremo di chiedere spiegazioni e di capire cosa intenda fare il nostro assessore alla Sanità. Non può continuare a far finta di niente”. /comunicato Thu, 14 May 2020 17:28:47 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74198/Cera-scrive-a-Emiliano---Salviamo-dalla-chiusura-ristoranti-e-bar- Racanelli Mariantonietta Economia Cera scrive a Emiliano: “Salviamo dalla chiusura ristoranti e bar” “Ho chiesto al Presidente Emiliano di intervenire direttamente per evitare il disastro!” lo rende noto il consigliere regionale dei popolari Napoleone Cera, che questa mattina ha scritto una lettera al Presidente della Giunta regionale a seguito dell’emanazione da parte di Inail e ISS delle linee guida per la ristorazione. <br />“Nella Regione Puglia la gran parte delle attività di ristorazione e di bar viene svolta in locali piccoli o molto piccoli e questo non garantirebbe il distanziamento richiesto dalle linee guida – sottolinea Cera – la riduzione di un terzo della capacità di ristoranti e bar significherà far lavorare in perdita con il rischio della chiusura dell’attività”. <br />E conclude: “Il settore della ristorazione e dei bar in Puglia è tra quelli più trainanti della nostra economia, ed è per questo motivo che ho chiesto al Presidente Emiliano, di concordare direttamente con le categorie interessate protocolli alternativi che riescano a portare a sintesi la sicurezza e gli interessi di questi operatori”. /comunicato<br /> Thu, 14 May 2020 17:05:45 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74197/Attivita-funeraria--Galante---Necessari-ulteriori-approfondimenti-per-evitare-la-nascita-di-oligopoli-nella-gestione- Racanelli Mariantonietta Commissioni Attività funeraria. Galante: “Necessari ulteriori approfondimenti per evitare la nascita di oligopoli nella gestione” “Nutriamo forti dubbi sulla possibilità di collocare nel centro abitato le strutture per il commiato ai nostri defunti, soprattutto la casa funeraria, sia per problemi di natura sanitaria che di convivenza con le attività commerciali presenti e con le abitazioni private. Per questo ci siamo astenuti nel voto alla proposta di legge approvata oggi e presenteremo un emendamento al momento della discussione in aula, così come chiederemo di prevedere il divieto di stipulare convenzioni tra titolari di strutture private che gestiscono le sale del commiato e quelli delle strutture sanitarie pubbliche e private per la gestione dei servizi mortuari sanitari e dei servizi obitoriali, in modo da prevenire situazioni di monopolio o di oligopolio nelle varie fasi del mercato funerario”, lo dichiara il consigliere regionale del M5S Marco Galante a margine della commissione Sanità in cui è stata approvata la proposta di modifica della legge regionale in materia di attività funeraria. <br />La normativa attuale prevede che le strutture per il commiato non possano essere collocate all’interno di strutture sanitarie pubbliche o private, né di strutture socio-sanitarie o di vita collettiva, ma che si possano collocare nella zona di rispetto cimiteriale. Per questo, la progettazione di queste strutture deve essere preventivamente autorizzata dai Comuni che, per la ‘specifica destinazione d’uso’ devono verificare il rispetto dei requisiti igienico-sanitari previsti dalle norme nazionali e regionali. <br />&quot;Così come passato in Commissione - continua Galante - siamo fortemente contrari al testo, che riteniamo genererà solo confusione e criticità, come abbiamo chiaramente denunciato nelle nostre osservazioni. In aula ci muoveremo per la sua modifica, anche tenendo conto della normativa nelle altre regioni italiane”. /comunicato Thu, 14 May 2020 16:58:49 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74196/Santorsola-sui-lavori-della-VI-Commissione Racanelli Mariantonietta Commissioni Santorsola sui lavori della VI Commissione <p>Nota del consigliere regionale Mimmo Santorsola<br /></p><p>&quot;La VI commissione, nel corso della seduta di ieri, ha espresso solidarietà nei confronti dei lavoratori dipendenti da multinazionali affermate, cito solo per esempio la Coca Cola, che in maniera spregiudicata intendono approfittare delle difficoltà derivanti dalla pandemia di Covid19 per rivedere al ribasso le piante organiche. <br />Subito dopo alla presenza dell&#39;assessore Leo abbiamo fatto il punto sulla situazione inerente la Cassa integrazione in deroga e sulle problematiche relative alla ripresa del lavoro per i tirocinanti e stagisti. <br />Per quanto riguarda la cassa integrazione in Deroga l&#39;Assessore Leo ha confermato che gli uffici regionali hanno processato in maniera quasi totale le domande pervenute ed ha assicurato che i fondi stanziati saranno sufficienti a coprire la platea degli aventi diritto; le domande relative ai mesi successivi saranno processate con un iter più snello per evitare ulteriori ritardi. <br />Per i tirocini è stato convenuto che potranno riprendere dopo la sospensione e, recuperando il periodo di sospensione, non ci saranno decurtazioni delle indennità; abbiamo anche avanzato la proposta di prevedere una indennità una tantum per i partecipanti a tirocini formativi in aziende soggette ancora a restrizioni. <br />Le difficoltà inerenti a questa ultima ipotesi sono tante ma è ferma volontà mia personale e della Commissione che presiedo di reiterare in maniera forte la richiesta di indennizzo&quot;. /comunicato</p> Thu, 14 May 2020 16:47:00 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74195/Agenda-del-Consiglio Ambriola Angelo Agenda Agenda del Consiglio <p><strong>Domani venerdì 15 maggio</strong></p> <ul><li><strong>Alle 10,30</strong> - Seduta I Commissione - Aula consiliare - in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza.</li></ul> <ol><li>Audizione del dott. Emiliano, Presidente della Regione Puglia, del dott. Piemontese, Assessore al Bilancio, del dott. Orlando, Dirigente della Sezione Programmazione Unitaria, del dott. Albanese, Direttore del Dipartimento Risorse Finanziarie e Strumentali, e del dott. De Vito Direttore Generale di Puglia Sviluppo, su “emergenza Covid-19 -&nbsp; misure economiche (richiedenti Zullo e Franzoso).</li><li>Audizione del Dirigente della Sezione Protezione Civile, dott. Antonio Lerario per chiarimenti sugli acquisti dei DPI da parte della Protezione Civile regionale (richiedente Laricchia).</li></ol> <ul><li>Al termine dell’audizione i lavori proseguiranno con l’esame dell’ordine del giorno allegato.</li></ul> <p><strong>Lunedì 18 maggio</strong></p> <ul><li><strong>Alle 10,30</strong> – Seduta IV Commissione consiliare nell’Aula consiliare del palazzo del Consiglio regionale, ovvero in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza, con il seguente ordine del giorno: </li></ul> <ol><li>Audizione richiesta dal presidente Pentassuglia e dal consigliere Mazzarano, del presidente della Giunta regionale Michele Emiliano quale titolare della delega alle politiche agricole e del direttore del Dipartimento agricoltura Gianluca Nardone, sul tema: &quot;Tutela del Primitivo pugliese&quot;. </li></ol> <p style="margin-left: 40px;"><strong>ore 11,30</strong> audizione richiesta dal consigliere Perrini, del presidente della Giunta regionale Michele Emiliano quale titolare della delega alla Sanità e dell’assessore all’industria turistica e culturale Loredana Capone, sul tema: “conoscere le misure di carattere straordinario che la Giunta Regionale intende mettere in atto per fronteggiare la crisi economica legata all’emergenza sanitaria in atto che, inevitabilmente, sta colpendo gli operatori del Turismo, i quali rischiano di vedere del tutto compromessa la stagione estiva ormai alle porte”;</p> <p style="margin-left: 40px;"><strong>ore 12,00</strong> audizione in congiunta con la VI Commissione richiesta dal consigliere Pendinelli, del presidente della Giunta regionale Michele Emiliano e dell’assessore all’industria turistica e culturale Loredana Capone, sul tema: “Valutazione della situazione relativa alle Feste Patronali alla luce dell’attuale emergenza sanitaria”.</p> <ul><li>I lavori della IV Commissione proseguiranno con l’esame dei seguenti punti </li></ul> <ol><li>Deliberazione della Giunta regionale n. 262 del 02/03/2020 “L. r. n. 15 del 29/05/2017 ‘Modifiche e integrazioni alla l. r. 20 maggio 2014, n. 26 (Disposizioni per favorire l’accesso dei giovani all’agricoltura e contrastare l’abbandono e il consumo dei suoli agricoli. Istituzione della ‘Banca della Terra di Puglia’)’, approvazione elenco provvisorio terreni agricoli di proprietà della Regione ed Enti da essa controllati idonei per affidamento in concessione o locazione”. Parere ai sensi dell’art. 3 della legge regionale 15/2017.</li><li>Deliberazione della Giunta regionale n. 512 dell’8 aprile 2020 “L.R. 16 aprile 2015, n. 24 s.m.i. Art. 3, comma 1, lett. b): Obiettivi di presenza e di sviluppo per le grandi strutture di vendita: Approvazione regolamento attuativo”. Parere ai sensi dell’art. 44, comma 2, della legge regionale 12 maggio 2004, n. 7 (Statuto della Regione Puglia).</li></ol><p> <strong>Martedì 19 maggio</strong></p> <ul><li><strong>Alle 10,30</strong> - Seduta V Commissione - Aula consiliare – in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza.</li></ul> <ol><li>Audizione richiesta dal Consigliere reg.le Ventola del Presidente Emiliano e l’Assessore Stea sul tema: “gestione del sistema rifiuti nel periodo emergenziale e post, considerata la chiusura da 40 gg. di tutte le attività a causa del covid19”.</li><li>Audizione richiesta dal Consigliere reg.le Ventola dell’Assessore Pisicchio e del Presidente di ANCE Puglia, sul tema: “Sentenza Corte costituzionale n. 70 del 24/04/2020 – analisi di alcuni articoli in merito al Piano casa”.</li></ol><p align="left"> <strong>Venerdì 22 maggio</strong></p> <ul><li><strong>Alle 11,30</strong> – Seduta II Commissione - in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza</li></ul> <ol><li>Audizione dell’Assessore allo sport Raffaele Piemontese e del Presidente del Comitato regionale del Coni Angelo Giliberto in merito alle attuali condizioni delle associazioni e società sportive.</li></ol><p> <strong>Martedì 26 maggio</strong></p> <ul><li><strong>Alle 10,30</strong> – Seduta congiunta V e VI Commissione - in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza</li></ul> <ol><li>Audizione in merito alla “Proposta di Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio che istituisce il quadro per il conseguimento della neutralità climatica e che modifica il regolamento (UE) 2018/1999 (Legge europea su clima – 4.3.2020 COM (2020) 80 final 2020/036 (COD)”.</li></ol> Thu, 14 May 2020 16:02:59 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74194/Decreto-Rilancio--Amati---Bene-le-norme-sopravvivenza--ma-quando-vedremo-le-norme-sul-rilancio-- Ambriola Angelo Politica Decreto Rilancio, Amati: “Bene le norme sopravvivenza, ma quando vedremo le norme sul rilancio?” “Bene la parte sulla sopravvivenza nel decreto approvato dal Consiglio dei ministri. Mi piacerebbe sapere, però, quando sarà aggiunta la parte sul ‘rilancio’: per intenderci, quella che agisce senza spese a carico dello Stato, rivoluziona il nostro insopportabile ordinamento statalista, accelera i procedimenti di autorizzazione e prevede incentivi premiali legati alla maggiore eco-produzione in ambito industriale, compreso quello turistico, edilizio e agricolo. Cioè i settori a più alta densità di prodotto e di posti di lavoro, capaci di trainare tutti gli altri comparti di produzione di beni e servizi”. <br />Lo dichiara il Consigliere regionale Fabiano Amati, presidente della Commissione regionale bilancio, commentando le prime bozze del decreto c.d. Rilancio. <br />“Nel decreto definito ‘Rilancio’ ci sono tantissime norme e quasi tutte prevedono spesa pubblica risarcitoria effettuata ricorrendo all’indebitamento; numerose disposizioni, certamente utili, ma dirette solo a integrare il mancato reddito di questi ultimi mesi. Ma cosa succederà quando anche questi miliardi saranno finiti nel lunghissimo post-virus che ci attende? Potremo mai sostenere i decreti giugno, luglio, agosto e via dicendo? Certamente no. E allora ci sarebbe utile il vero rilancio, fatto con l’eliminazione del nostro vecchio e inquinante modello burocratico, con l’introduzione di un generalizzato sistema premiale per la maggiore produzione di eco-materiali, eco-volumi ed eco-piantagioni e per l’apertura di migliaia di eco-cantieri. Pertanto, ritengo che gli argomenti centrali del rilancio – aggiunge infine Amati –, debbano essere i seguenti: un’industria protesa a ricevere premi fiscali per la produzione di nuovi materiali e macchine, in grado di ridurre l’impatto ambientale; un’edilizia incentrata su un sistema premiale di eco-volumi, in grado di rigenerare patrimoni edilizi e così ridurre il consumo di suolo; un sistema di eco-cantieri per vedere realizzate strade, ospedali, scuole e opere di mitigazione del dissesto idrogeologico; un’agricoltura di precisione impegnata sulle eco-piantagioni, finalizzate a ottenere la maggior resa con l’utilizzo delle tecnologie per ridurre lo spreco di risorse naturali e gli agrofarmarci”./comunicato <br /><br /> Thu, 14 May 2020 15:57:45 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74193/Romano---Un-appello-ad-Emiliano--la-Regione-non-dimentichi-Rsa-ed-Rssa--sono-strutture-portanti-del-welfare-pugliese- Ambriola Angelo Politiche sociali Romano: “Un appello ad Emiliano: la Regione non dimentichi Rsa ed Rssa, sono strutture portanti del welfare pugliese” Nota del Consigliere regionale, Pino Romano Presidente della Commissione Sanità della Regione Puglia. <br />“La Regione Puglia non può e non deve dimenticare strutture come le Rsa e le Rssa che, a causa dell’emergenza-covid, stanno vivendo un momento difficile che mette a rischio la loro stessa sopravvivenza. <br />Lo dico come Presidente della Commissione Sanità, ma anche a nome di tutti i consiglieri regionali di Senso Civico. <br />In tempi non sospetti siamo stati davvero in tantissimi ad elogiare il ruolo svolto da queste strutture in favore dei nostri anziani. Siamo andati a trovarli mentre festeggiavano in allegria il Natale ed altre ricorrenze importanti, li abbiamo visti sorridere con gli altri ospiti e con gli operatori delle strutture. <br />Poi è arrivata questa terribile pandemia che è riuscita a mettere in crisi anche modelli della sanità pubblica ritenuti perfetti come, ad esempio, le terapie intensive della Lombardia. Era ovvio che anche le strutture per anziani (peraltro i soggetti più deboli nei confronti del virus) dovessero rimanere coinvolte nell’emergenza. Partendo da queste premesse, però, va detto che in Puglia, tutto sommato, la situazione è rimasta sotto controllo. E tutto questo, grazie al senso di responsabilità dei proprietari delle strutture ed alla professionalità degli operatori. <br />Oggi, però, a causa della riduzione di ricoveri causata dal covid 19, queste strutture vivono una gravissima crisi finanziaria, acuita dal fatto di non aver voluto aderire alla cassa integrazione per continuare ad offrire la massima assistenza possibile agli ospiti. Il rischio, a questo punto, è quello del licenziamento di tante unità lavorative. La Regione Puglia, come è noto, si è già impegnata per sostenere i più disparati settori economici e produttivi e sarebbe particolarmente importante e urgente aiutare anche questo comparto, reperendo risorse da utilizzare per un ristoro immediato. Al Presidente Emiliano, pertanto, chiediamo di avviare un tavolo tecnico, magari coinvolgendo anche Sviluppo Puglia, per individuare ogni soluzione possibile per salvare queste strutture così importanti per la tenuta del welfare pugliese”./comunicato <br /> <br /> Thu, 14 May 2020 15:51:02 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74192/Agricoltura--M5S---Avevamo-chiesto-al-centrodestra-di-firmare-mozione-di-sfiducia-per-Emiliano--Ora-i-danni-sono-irreparabili- Ambriola Angelo Politica Agricoltura. M5S: “Avevamo chiesto al centrodestra di firmare mozione di sfiducia per Emiliano. Ora i danni sono irreparabili” Nota dei consiglieri regionali del M5S Puglia .<br />“Nel corso della legislatura abbiamo chiesto più volte agli altri consiglieri di opposizione di firmare la nostra mozione di sfiducia al presidente della Giunta Emiliano, perché per la discussione in aula occorrevano 11 firme. Tra i motivi per cui volevamo presentarla, il fallimento in agricoltura di Emiliano per i ritardi nella spesa del PSR, oltre agli altri fallimenti in materia di sanità e gestione del ciclo dei rifiuti. Ovviamente nessuno ha raccolto il nostro appello, e ora che è troppo tardi e il Tar ha definitivamente bocciato la Giunta, il centrodestra presenta una mozione di sfiducia per la carica di assessore all’Agricoltura? Sapendo che da statuto è prevista solo la sfiducia per il presidente della Giunta e non per gli assessori? Ci sembra un po’ troppo tardi. Si doveva e poteva fare qualcosa per tempo, non alla fine della legislatura quando i danni prodotti sono ormai irreparabili: la graduatoria per la misura più importante del PSR adesso è da rifare e i nostri agricoltori sono in ginocchio. Se si fosse fatto qualcosa prima, forse a quest’ora non saremmo a questo punto”./comunicato <br /> Thu, 14 May 2020 15:15:59 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74191/Abaterusso---Grazie-al-Ministro-Speranza-la-stabilizzazione-dei-precari-sanita-e-realta- Villani Emanuela Politica Abaterusso: “Grazie al Ministro Speranza la stabilizzazione dei precari sanità è realtà” Una nota del consigliere regionale di Senso Civico - Un nuovo Ulivo per la Puglia Ernesto Abaterusso. <br />“Anche a nome di Articolo Uno Puglia, esprimo soddisfazione per il grande lavoro fatto dal Ministro Roberto Speranza e per la promessa mantenuta con i precari della sanità per la loro stabilizzazione definitiva. <br />Una vicenda che ci è sempre stata molto a cuore e della quale abbiamo interessato il Ministro sin dal 23 novembre 2019 quando incontrò, a Lecce, i responsabili sindacali molto attenti e interessati alla questione. Qualche giorno dopo, in sede di discussione della Legge di Stabilità, il Parlamento, con il sostegno del Governo, approvò l&#39;emendamento che estendeva dal 2017 al 2019 il termine entro cui bisognava aver svolto 36 mesi di servizio per aver diritto alla stabilizzazione. Termine poi esteso al 31 dicembre 2020, grazie a un altro emendamento presentato nella discussione del Decreto Omnibus. Sollecitammo poi il Ministro Speranza a un intervento normativo chiarificatore, onde evitare problemi di interpretazione della norma. Chiarimento che, grazie al Decreto Rilancio, è arrivato. <br />Ringraziamo pertanto il Ministro Speranza per la concretezza e il senso di responsabilità dimostrati che renderanno possibile tutelare i diritti di migliaia di lavoratori, migliorare i livelli di assistenza del sistema sanitario, anche quello pugliese, e che ci fanno ben sperare nella possibilità che a breve si possa giungere, come promesso, al termine del 31 dicembre 2021”./comunicato <br /> <br /> Thu, 14 May 2020 13:53:13 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74190/Cera---Non-dimentichiamoci-dello-sport- Villani Emanuela Politica Cera: “Non dimentichiamoci dello sport” “Tra le vittime eccellenti del coronavirus, al pari della Cultura, c’è lo Sport”. A dirlo in una nota il consigliere regionale dei Popolari Napoleone Cera. <br />“Sono urgenti interventi a favore di un settore che non si può certo considerare non coinvolto da questa pandemia, è che risulta essere tra quelli più importanti per la nostra economia regionale <br /> - sostiene Cera - il decreto Cura Italia non è sufficiente ad aiutare il mondo dello sport, per questo è fondamentale che il Governo Regionale pugliese agisca su questa problematica ponendo seri interventi onde evitare un conto salatissimo al termine di questa triste vicenda”. <br />E conclude “riprendere non sarà semplice, ma con un ruolo deciso della Regione potremmo aiutare un settore che è da traino per l’economia, per la cultura, per il turismo, per il sociale e come complemento alla sanità pubblica perché scuola di corretti stili di vita, capace, non meno importante, di raccogliere attorno a se migliaia di persone e di giovani in particolare”./comunicato <br /> <br /> Thu, 14 May 2020 13:49:16 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74188/Stabilizzazioni-in-sanita--Laricchia---Piu-di-un-mese-fa-avevamo-sollecitato-Emiliano--Ora-che-il-M5S-ha-risolto-si-prende-meriti-non-suoi-per-la-campagna-elettorale- Villani Emanuela Politica Stabilizzazioni in sanità, Laricchia: “Più di un mese fa avevamo sollecitato Emiliano. Ora che il M5S ha risolto si prende meriti non suoi per la campagna elettorale” Nota della consigliera regionale, candidata presidente del M5S alla Regione Puglia, Antonella Laricchia. <br />“Eravamo stati facili profeti nel dire che Emiliano si sarebbe attribuito meriti non suoi per il lavoro del Governo in materia di stabilizzazioni in sanità. Più di un mese fa avevamo inviato una lettera per sollecitarlo, perché mentre in altre Regioni le stabilizzazioni per medici, infermieri e tecnici erano già partite, in modo da estendere anche a chi raggiunge entro il 31/12/2020 i 36 mesi previsti dal Decreto Madia, in Puglia era tutto fermo e si aspettava ancora una ricognizione del personale con i requisiti entro il 2019 da stabilizzare. Lettera a cui non ha mai risposto, continuando a ignorare le nostre richieste, ma soprattutto quelle dei tanti operatori sanitari in prima linea nell’emergenza Covid -19 e che ora tenta di prendere in giro. Lui che ha dormito finora, per svegliarsi stamattina (che tutto è risolto grazie al lavoro incessante da mesi del M5S) e scrivere un post ad uso e consumo della campagna elettorale. Abbiamo capito che in questo e nelle sparate in tv è il primo in assoluto. Peccato non lo sia quando bisogna trasformare le parole in atti concreti. Parole, parole, parole… così si potrebbero riassumere cinque anni di legislatura”./comunicato <br /> <br /> <br /> Thu, 14 May 2020 13:39:19 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74187/Agricoltura--centrodestra-Puglia-presenta-mozione-di-sfiducia---La-sentenza-del-Tar-sancisce-il-fallimento-di-Emiliano--Si-dimetta-da-assessore- Villani Emanuela Politica Agricoltura, centrodestra Puglia presenta mozione di sfiducia: “La sentenza del Tar sancisce il fallimento di Emiliano. Si dimetta da assessore” I consiglieri di centrodestra di Fratelli d’Italia, Forza Italia e Area Popolare hanno presentato una mozione di sfiducia da discutere al primo Consiglio utile. <br />“Emiliano si dimetta subito da assessore all’Agricoltura! <br />La sentenza del Tar ha di fatto sancito il fallimento delle sue politiche agricole. I danni irreversibili al mondo agricolo, che innescheranno ulteriori problematiche con risvolti che potrebbero avere impatti negativi sul bilancio autonomo della Regione. Non possono essere più tollerati. Per questo motivo abbiamo deciso di presentare una mozione di sfiducia da presentare al primo Consiglio regionale nell’interesse degli agricoltori, ma più in generale dei pugliesi considerato che l’Agricoltura è stata da sempre un settore trainante per l’intera economia. Chiaramente la sentenza del Tar è solo la punta di un iceberg che contestiamo all’assessore all’Agricoltura. <br />Emiliano deve rispondere della scellerata gestione politica-amministrativa del PSR Puglia 2014/2020 che ha di fatto incentivato l’inoltro di ricorsi al Tar da parte di numerose aziende agricole che non avevano altra possibilità per poter difendere i propri diritti. Perché nonostante da più parti, non solo politiche, fossero piovute critiche e rilievi, con arroganza che lo contraddistingue ha preferito andare avanti aggiungendo orrori (annullamento del secondo bando misura 4.1.A e modifica delle regole in corso d’opera delle misure ad investimento) ad ulteriori errori. Ed è sempre lui il responsabile degli enormi ritardi accumulati nella spesa del PSR 2014/2020 (non imputabili solo alla paralisi amministrativa frutto dei ricorsi al TAR) determinati dalle carenze organizzative e dalle scarse competenze delle Autorità di Gestione del PSR e dei dirigenti apicali dell’Assessorato all’Agricoltura individuati da Emiliano più per meriti politici che tecnici. <br />Questo solo negli ultimi tempi, ma il macigno che da sempre incombe su uno dei comparti più importanti dell’Agricoltura pugliese è l’irresponsabile gestione politica e amministrativa della problematica Xylella, vera metafora dell’attività politica di Emiliano. Dapprima la sottovalutazione del rischio, poi il sostegno a guarigioni magiche propagandate da pseudo ambientalisti, paranoie complottiste, messa in discussione di autorità scientifiche, tanto da recarsi a Bruxelles per cercare di convincere la Commissione UE che ‘certe misure derivanti dai trattati internazionali e dalle regole di quarantena siano inutili ed eccessive’. Per non parlare poi del sostegno espresso senza ombra di dubbio all’inchiesta della magistratura leccese che ipotizzava che a diffondere il batterio fossero stati gli stessi ricercatori che l’avevano scoperto. Emiliano dapprima dichiarò che avrebbe valutato la costituzione di parte civile della Regione verso i dirigenti regionali coinvolti nell’inchiesta e poi si eclissò come anche l’intera indagine chiusasi con un nulla di fatto. Naturalmente senza chiedere mai scusa ai diretti interessati. <br />E se tutto questo non bastasse: è sua la responsabilità della superficiale e fallimentare gestione dell’Arif che ha visto alternarsi alla guida vari commissari, tutti dimostratisi inesperti nella lotta alla Xylella. Senza parlare della compiacente gestione politica dei consorzi di bonifica commissariati che ha prodotto e produce ulteriori esborsi a carico del bilancio autonomo della Regione senza che si intraveda, a distanza di anni, la definitiva riforma degli stessi. <br />Infine, ma non ultimo la populistica gestione politica dello stato di calamità relativo alla gelata del 2018 che colpì il Nord Barese azzerando del tutto la migliore produzione olivicola mondiale. Ancor oggi nonostante le promesse le aziende agricole non hanno ricevuto il ristoro dei danni subiti. <br />Per molto meno, ma davvero molto meno non ci sarebbe stato bisogno di presentare una mozione di sfiducia. L’interessato avrebbe avuto il pudore e la dignità di dimettersi per i devastanti danni prodotti a causa degli errori commessi. Ma Emiliano queste parole non hanno più un senso”./comunicato <br /> <br /> <br /> <br /> Thu, 14 May 2020 13:32:06 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74186/I-lavori-della-Commissione-sanita Lillo Francesco Commissioni I lavori della Commissione sanità Approvata a maggioranza in Commissione sanità la proposta a firma Sergio Blasi di modifica della legge regionale in materia di attività funeraria. Il testo aggiorna e riordina un provvedimento legislativo risalente al 2008, con l’intento di favorire l’apertura di nuove attività frenate da una corposa giurisprudenza generata dai pronunciamenti dei giudici amministrativi, più volte sollecitati a dirimere questioni di carattere burocratico ed urbanistico. <br />Il legislatore è intervenuto nell’articolo che individua le strutture dedicate al commiato, utilizzabili anche per la custodia e l’esposizione delle salme, suddividendole tra “casa funeraria” e “sala del commiato”, entrambe utilizzabili anche a fini cerimoniali, quest’ultima solo con feretro chiuso. <br />Modificato anche l’articolo 35 inerente le possibili deroghe urbanistiche&nbsp; a cui i comuni possono accedere, limitatamente ad ampliamenti di cimiteri esistenti o alla costruzione di nuovi. Thu, 14 May 2020 13:11:25 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74185/Covid--Longo---In-Puglia-una-buona-politica-a-sostegno-della-disabilita- Villani Emanuela Politica Covid, Longo: “In Puglia una buona politica a sostegno della disabilità” “Creare anche solo un minuto in più di disagio, nella vita di chi già è stato colpito duramente dalla malattia, è qualcosa di insopportabile che va contro ogni umana volontà di comprensione. Farlo in questo momento storico è ancora più grave, oserei dire disumano. La giunta regionale ha stanziato un contributo straordinario – fino a 800 euro al mese e per il periodo gennaio-luglio 2020, per un totale massimo di 5600 euro a beneficiario– in favore delle persone in condizione di gravissima disabilità e non autosufficienza”. E’ quanto sottolinea il vicepresidente del Consiglio regionale, Peppino Longo. “Ancora una volta in Puglia è emersa quella buona politica che poggia la sua azione concreta su solide basi solidaristiche nei confronti di chi deve aggiungere alle problematiche sociali ed economiche della pandemia, quelle create da ulteriori gravi patologie”./comunicato <br /> <br /> <br /> Thu, 14 May 2020 13:10:29 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74184/DEA-Lecce--FdI---Ricorso-a-ditta-con-contratto-scaduto--Anche-questa-volta-sono-falsita-giornalistiche-- Ambriola Angelo Politica DEA Lecce, FdI: “Ricorso a ditta con contratto scaduto. Anche questa volta sono falsità giornalistiche?” Nota dei Consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e Ignazio Zullo. <br />“Sul DEA bisogna fare chiarezza! Perché è chiaro che sul dipartimento per l’emergenza che Emiliano ha inaugurato tre volte, considerando il ‘gioiello’ delle sue Politiche sanitarie, qualcuno non sta dicendo la verità! Oggi l’ennesima puntata dell’inchiesta giornalistica (Il Tacco d’Italia), che con immagini a supporto, svela che (citiamo testualmente): ‘oggi sono in corso i lavori per la riparazione del tubo rotto. Ma la ditta chiamata per fare la manutenzione non ha il contratto di subappalto perché è scaduto a dicembre. Da 5 mesi la manutenzione sugli impianti dell’ossigeno e dei gas medicali del Vito Fazzi e del DEA è illegale’. <br />Alle domande già poste sul DEA in un’interrogazione ancora senza risposta non possiamo non aggiungerne altre: <ol><li>Anche le indiscrezioni di oggi sono false e saranno oggetto di querela? </li><li>I lavori di riparazione è vero che sono partiti oggi? </li><li>E’ vero che questi sono stati realizzati da una ditta, in una struttura ospedaliera pubblica, con subappalto con il Fazzi scaduto il 31 dicembre? </li><li>Per effettuare questi lavori la struttura sarebbe dovuta essere totalmente vuota, ovvero senza pazienti, e non solo in parte come invece è avvenuto? </li></ol>Queste domande meritano risposte soprattutto da parte dell’assessore alla Sanità-presidente Emiliano non solo a noi ma soprattutto ai salentini”./comunicato <br /> Wed, 13 May 2020 19:01:37 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74183/PSR--Casili---Emiliano-chieda-scusa--Dopo-la-sentenza-del-Tar-ci-saranno-contenziosi-a-cascata- Ambriola Angelo Agricoltura PSR. Casili: “Emiliano chieda scusa. Dopo la sentenza del Tar ci saranno contenziosi a cascata” “Il Tar di Bari ha suggellato, oggettivamente, il fallimento di Emiliano in un settore strategico per la nostra regione. In tempi di crisi, come questo che stiamo vivendo, è imperdonabile assistere al blocco di quasi mezzo miliardo di euro. Inoltre, a essere interessata è la misura 4.1.A del Piano di Sviluppo rurale, per essere più chiari la misura più importante e cospicua della programmazione relativamente agli investimenti delle aziende”. Così il consigliere regionale del M5S Cristian Casili dopo la decisione del Tar di annullare le graduatorie del Psr pugliese, a causa di errori nel ricalcolo delle graduatorie della misura 4.1.A (che finanzia gli investimenti destinati ad aumentare la redditività delle aziende agricole) che hanno comportato, secondo i giudici, una esclusione ingiusta di chi non era stato ammesso in prima battuta. <br />“Oggi ci troviamo in una situazione drammatica - prosegue il consigliere pentastellato - in cui molte aziende hanno avviato investimenti importanti e adesso si ritrovano con un pugno di mosche in mano: un danno economico incalcolabile che probabilmente porterà alla loro definitiva chiusura. Più volte in aula e in commissione ho denunciato le storture di un sistema informatico che stava favorendo i furbi, tagliando fuori aziende con reali e non virtuali potenzialità di crescita. A questo si aggiunge la fantasiosa e pericolosa abitudine della Regione nel rimodulare decine di volte i bandi, per salvare l’insalvabile, fino al triste epilogo: compromettere irreversibilmente il principale strumento finanziario rurale di questa regione. Adesso è prevedibile aspettarsi un terremoto, con contenziosi che a cascata si abbatteranno sull’assessorato all’agricoltura, nonostante le rassicurazioni del direttore del Dipartimento Nardone che sostiene non ci sarà nessuna conseguenza per gli ammessi al finanziamento. Emiliano dovrebbe chiedere scusa a tutti i pugliesi - conclude Casili - e cospargersi il capo di cenere di fronte a tutte quelle imprese agricole che non potranno più risollevarsi, a quei giovani a cui è stato negato il sogno di investire in agricoltura. Chi governerà questa Regione riceverà in dote una drammatica eredità: un assessorato da rivoluzionare e un PSR che sconterà il peso di questa sciagurata amministrazione”./comunicato <br /> Wed, 13 May 2020 18:41:31 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74182/Agenda-del-Consiglio Ambriola Angelo Agenda Agenda del Consiglio <p><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 11pt;"><span style="line-height: normal;"><span style="font-size: 12pt;"><strong><span style="color: #333333;">Domani giovedì 14 maggio</span></strong>&nbsp;</span></span></span></span></p><ul><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="color: #333333;"><span style="line-height: normal;"><strong>Alle 12,00</strong>&nbsp;– Seduta III Commissione - Aula Consiliare - in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza.</span></span></span></span></li></ul><ol><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><span style="color: #333333;">Proposta di legge a firma del consigliere Blasi: “Norme in materia di attività funeraria&quot; - Esame in sede referente ai sensi dell&#39;art. 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia.</span></span></span></span></li></ol><p><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><strong><span style="color: #333333;">Venerdì 15 maggio</span></strong></span>&nbsp;</span></span></p><ul><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="color: #333333;"><span style="line-height: normal;"><strong>Alle 10,30</strong>&nbsp;- Seduta I Commissione - Aula consiliare - in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza.</span></span></span></span></li></ul><ol><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><span style="color: #333333;">Audizione del dott. Emiliano, Presidente della Regione Puglia, del dott. Piemontese, Assessore al Bilancio, del dott. Orlando, Dirigente della Sezione Programmazione Unitaria, del dott. Albanese, Direttore del Dipartimento Risorse Finanziarie e Strumentali, e del dott. De Vito Direttore Generale di Puglia Sviluppo, su “emergenza Covid-19 - misure economiche (richiedenti Zullo e Franzoso).</span></span></span></span></li><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><span style="color: #333333;">Audizione del Dirigente della Sezione Protezione Civile, dott. Antonio Lerario per chiarimenti sugli acquisti dei DPI da parte della Protezione Civile regionale (richiedente Laricchia).</span></span></span></span></li></ol><ul><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="color: #333333;"><span style="line-height: normal;">Al termine dell’audizione i lavori proseguiranno con l’esame dell’ordine del giorno allegato.</span></span></span></span></li></ul><p><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><strong><span style="color: #333333;">Lunedì 18 maggio</span></strong></span>&nbsp;</span></span></p><ul><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="color: #333333;"><span style="line-height: normal;"><strong>Alle 10,30</strong>&nbsp;– Seduta IV Commissione consiliare nell’Aula consiliare del palazzo del Consiglio regionale, ovvero in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza, con il seguente ordine del giorno:</span></span></span></span></li></ul><ol><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><span style="color: #333333;">Audizione richiesta dal presidente Pentassuglia e dal consigliere Mazzarano, del presidente della Giunta regionale Michele Emiliano quale titolare della delega alle politiche agricole e del direttore del Dipartimento agricoltura Gianluca Nardone, sul tema: &quot;Tutela del Primitivo pugliese&quot;.</span></span></span></span></li></ol><p style="margin-left: 40px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><strong><span style="color: #333333;">ore 11,30</span></strong><span style="color: #333333;">&nbsp;audizione richiesta dal consigliere Perrini, del presidente della Giunta regionale Michele Emiliano quale titolare della delega alla Sanità e dell’assessore all’industria turistica e culturale Loredana Capone, sul tema: “conoscere le misure di carattere straordinario che la Giunta Regionale intende mettere in atto per fronteggiare la crisi economica legata all’emergenza sanitaria in atto che, inevitabilmente, sta colpendo gli operatori del Turismo, i quali rischiano di vedere del tutto compromessa la stagione estiva ormai alle porte”;<br /><strong>ore 12,00</strong>&nbsp;audizione in congiunta con la VI Commissione richiesta dal consigliere Pendinelli, del presidente della Giunta regionale Michele Emiliano e dell’assessore all’industria turistica e culturale Loredana Capone, sul tema: “Valutazione della situazione relativa alle Feste Patronali alla luce dell’attuale emergenza sanitaria”.</span></span></span></span></p><ul><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="color: #333333;"><span style="line-height: normal;">I lavori della IV Commissione proseguiranno con l’esame dei seguenti punti&nbsp;</span></span></span></span></li></ul><ol><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><span style="color: #333333;">Deliberazione della Giunta regionale n. 262 del 02/03/2020 “L. r. n. 15 del 29/05/2017 ‘Modifiche e integrazioni alla l. r. 20 maggio 2014, n. 26 (Disposizioni per favorire l’accesso dei giovani all’agricoltura e contrastare l’abbandono e il consumo dei suoli agricoli. Istituzione della ‘Banca della Terra di Puglia’)’, approvazione elenco provvisorio terreni agricoli di proprietà della Regione ed Enti da essa controllati idonei per affidamento in concessione o locazione”. Parere ai sensi dell’art. 3 della legge regionale 15/2017.</span></span></span></span></li><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><span style="color: #333333;">Deliberazione della Giunta regionale n. 512 dell’8 aprile 2020 “L.R. 16 aprile 2015, n. 24 s.m.i. Art. 3, comma 1, lett. b): Obiettivi di presenza e di sviluppo per le grandi strutture di vendita: Approvazione regolamento attuativo”. Parere ai sensi dell’art. 44, comma 2, della legge regionale 12 maggio 2004, n. 7 (Statuto della Regione Puglia).</span></span></span></span></li></ol><p><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><strong><span style="color: #333333;">Martedì 19 maggio</span></strong></span></span></span></p><ul><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="color: #333333;"><span style="line-height: normal;"><strong>Alle 10,30</strong>&nbsp;- Seduta V Commissione - Aula consiliare – in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza.</span></span></span></span></li></ul><ol><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><span style="color: #333333;">Audizione richiesta dal Consigliere reg.le Ventola del Presidente Emiliano e l’Assessore Stea sul tema: “gestione del sistema rifiuti nel periodo emergenziale e post, considerata la chiusura da 40 gg. di tutte le attività a causa del covid19”.</span></span></span></span></li><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><span style="color: #333333;">Audizione richiesta dal Consigliere reg.le Ventola dell’Assessore Pisicchio e del Presidente di ANCE Puglia, sul tema: “Sentenza Corte costituzionale n. 70 del 24/04/2020 – analisi di alcuni articoli in merito al Piano casa”.</span></span></span></span></li></ol><p><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><strong><span style="color: #333333;">Venerdì 22 maggio</span></strong></span></span></span></p><ul><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="color: #333333;"><span style="line-height: normal;"><strong>Alle 11,30</strong>&nbsp;– Seduta II Commissione - in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza</span></span></span></span></li></ul><ol><li style="margin-bottom: 11px;"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="line-height: normal;"><span style="color: #333333;">Audizione dell’Assessore allo sport Raffaele Piemontese e del Presidente del Comitato regionale del Coni Angelo Giliberto in merito alle attuali condizioni delle associazioni e società sportive.</span></span></span></span></li></ol><br /> Wed, 13 May 2020 18:35:16 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74181/Agricoltura--Conca---Disastro-della-Giunta-Emiliano- Ambriola Angelo Politica Agricoltura, Conca: "Disastro della Giunta Emiliano" Nota del Consigliere regionale, Mario Conca. <br />“Le graduatorie della misura 41A del P.S.R. (Programma di Sviluppo Rurale) sono state ritenute nulle dal Tar di Bari: bloccati quasi 500 dei 1.616 milioni di investimenti destinati alle aziende agricole. <br />La dotazione finanziaria di 1.616 milioni (il contributo del fondo europeo per l’agricoltura è pari a 978 milioni) è stata impiegata solo al 31%, la regione Puglia è l’ultima in Italia per l’utilizzo dei fondi nazionali ed europei contro una media nazionale del 46%. Restano da spendere circa 1.111 milioni di euro. <br />Un disastro per il mondo agricolo pugliese che, ancor di più in questa delicatissima fase economica, attende aiuti per ripartire e per risollevare le sorti delle proprie aziende. <br />Centinaia di aziende agricole hanno effettuato investimenti ingentissimi per migliorare la loro competitività e ora si trovano a non poter far più conto sulle risorse del P.S.R. e già si preannunciano azioni collettive con richieste di risarcimento danni a carico della Regione. <br />La Regione, secondo le accuse, non ha effettuato correttamente il ricalcolo delle graduatorie della misura 41A del P.S.R. determinando, in tal modo, l’esclusione di ben 1348 domande su 2000. <br />Il criterio per l’attribuzione dei punteggi (utili ai fini della composizione della graduatoria) era inattendibile, ha dichiarato il giudice del Tar, in quanto si basava su dichiarazioni personali non sottoposte a verifica. <br />Nonostante il Tar abbia imposto alla Regione Puglia di sottoporre a nuova verifica tutte le domande presentate, la Regione, disattendendo l’ordine, ha effettuato il ricalcolo solo sulle domande già ammesse. <br />Già lo scorso dicembre, l’ex assessore alla politiche agricole Leo di Gioia, durante una seduta del Consiglio regionale, aveva denunciato presunte e gravi irregolarità nella compilazione della graduatoria. <br />Accuse pesanti che sono state segnalate alla Procura di Bari tramite la trasmissione del verbale della seduta da parte del presidente Mario Loizzo. <br />Un disastro della giunta Emiliano che, senza alcun ritegno, continua a trattenere per sé le deleghe dell’assessorato alla sanità e all’agricoltura, non valutando necessaria la nomina di nuovi assessori. <br />Le imprese agricole, già fortemente in crisi, vivono una fase drammatica legata all’emergenza sanitaria e pagano ora anche l’incapacità della Regione Puglia, rimanendo senza le risorse fondamentali per la ripresa mentre Emiliano, passando da un salotto televisivo all’altro, non fa altro che pensare alla data delle prossime elezioni. <br />A poco valgono le rassicurazioni del Capo Dipartimento Nardone, la verità è che al recesso economico provocato dalla pandemia bisognerà aggiungere l&#39;incapacità gestionale e amministrativa di chi ha tradito il mandato elettorale buttando fumo negli occhi ai pugliesi”./comunicato <br /><br /> Wed, 13 May 2020 18:28:18 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74180/Tirocinanti-OSS--M5S---Dopo-la-sospensione--bene-la-riduzione-delle-ore-di-tirocinio- Ambriola Angelo Commissioni Tirocinanti OSS, M5S: “Dopo la sospensione, bene la riduzione delle ore di tirocinio" “Una buona notizia per i tirocinanti OSS, che a causa dell&#39;emergenza Covid hanno visto sospesi i tirocini in ospedale e a cui mancavano poche ore per poter finire il percorso formativo e sostenere l’esame per l’abilitazione. Oggi in Commissione abbiamo chiesto all’assessore risposte sul prosieguo della loro formazione e abbiamo appreso di una determina regionale firmata oggi, con cui è stata determinata una riduzione del 10% delle ore di tirocinio necessarie per poter sostenere l’esame. Parliamo di migliaia di ragazzi che da tempo chiedevano risposte sul loro futuro, anche per poter dare un contributo nella gestione dell’emergenza”. Lo dichiarano i consiglieri regionali del M5S Grazia Di Bari e Gianluca Bozzetti, che assieme al collega Antonio Trevisi avevano chiesto di integrare i punti dell’audizione odierna dell’assessore Leo in VI Commissione anche con risposte sui tirocinanti OSS, dopo le numerose segnalazioni pervenute. <br />“Per quello che riguarda la Cassa Integrazione in deroga - continuano i consiglieri - abbiamo illustrato all’assessore e agli uffici i contenuti della mozione in cui chiediamo alla Regione una maggiore facilità di accesso alle informazioni sulla propria pratica per i beneficiari, in modo da poter monitorare le tempistiche di lavorazione delle pratiche processate e una indicazione dei tempi per l’erogazione delle somme dovute. Riteniamo utile che la Regione implementi un sistema che consenta al richiedente di sapere a che punto sia la propria pratica e se ci sia bisogno di integrazioni alla documentazione o siano sorti eventuali intoppi. Un modo di fare che porterebbe maggiore chiarezza”./comunicato <br /> Wed, 13 May 2020 17:43:15 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74179/DPI-cinesi--FdI---Da-un-mese-negato-accesso-agli-atti--Emiliano-e-Protezione-Civile-cosa-nascondono-- Ambriola Angelo Politica DPI cinesi, FdI: “Da un mese negato accesso agli atti. Emiliano e Protezione Civile cosa nascondono?” Nota dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e Ignazio Zullo. <br /> “Perché a consiglieri regionali viene negato l’accesso agli atti dell’acquisto dalla Cina dei Dispositivi di Sicurezza Individuali e dell’altro materiale sanitario per gestire emergenza Covid-19 in Puglia? <br />“Abbiamo atteso oltre un mese dalla richiesta ufficialmente avanzata l’11 aprile senza sollevare polemiche o polveroni… ma ora anche l’anomalo comportamento del dirigente regionale della Protezione civile ci impone di richiedere chiarezza anche pubblicamente e celermente. Ieri, 12 maggio, addirittura i consiglieri regionali Francesco Ventola e Renato Perrini, nonostante avessero comunicato ben 3 giorni prima, sono andati negli uffici competenti e al deposito presso l’aeroporto di Bari per poter visionare i documenti e la ‘merce acquistata’ ma è stato loro negato! Ma è lecito o meno sapere cosa la Regione Puglia ha acquistato, quanto è costato e se il materiale che deve essere indossato dagli operatori è certificato? Nei giorni scorsi ci è parso di capire che l’INAIL ha certificato solo le tute protettive! <br />“Se non c’è nulla da nascondere, e dando per scontato che i ritardi siano dovuti all’emergenza Covid, perché non rendere trasparente ‘l’<strong>Operazione Cina</strong>’, tanto pubblicizzata e mandata in mondo visione con Emiliano sulla pista di Bari ad attendere il Cargo? Attenderemo fiducioso qualche altro giorno e se tutti i documenti richiesti non saranno forniti, saremo costretti ad agire ‘diversamente’!”./comunicato <br /> Wed, 13 May 2020 17:12:41 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74178/Usca--M5S---La-Regione-cerca-di-scaricare-sui-medici-la-sua-disorganizzazione-e-i-suoi-ritardi- Ambriola Angelo Sanità Usca. M5S: “La Regione cerca di scaricare sui medici la sua disorganizzazione e i suoi ritardi” “Siamo abituati ai continui scaricabarile della Regione per cercare di giustificare i suoi fallimenti. Quello delle Unità Speciali di continuità Assistenziale per la gestione domiciliare dei pazienti con Covid -19 è solo l’ennesimo caso. Si cerca di incolpare i medici di continuità assistenziale per la scarsa partecipazione al bando per la costituzione delle USCA, quando la verità è che la colpa è della disorganizzazione regionale in fase di reclutamento del personale, oltre che dei ritardi della nell’attuazione del DPCM del 9 marzo, che ha fatto sì che molti professionisti pugliesi siano andati in altre regioni. Anche per quello che riguarda i Dispositivi di protezione non si ha alcuna certezza. Emiliano continua a dire che ci sono in numero sufficiente, ma vorremmo una mappatura precisa, perchè di annunci ne abbiamo sentiti fin troppi. Il dato reale è che la Puglia, come sempre è ferma, mentre nel resto d’Italia si è già partiti a pieno regime”. Lo dichiarano i consiglieri regionali del M5S Antonella Laricchia, Marco Galante e Grazia Di Bari. <br />“Un caso emblematico - continuano i pentastellati - è quello della Asl di Bari, dove oggi sono state attivate le prime 4 USCA delle 9 totali organizzate, numero di gran lunga inferiore a quello inizialmente previsto da Montanaro. Dopo la pubblicazione del bando il 23 marzo, avevano aderito più di 120 medici. Il 22 aprile è stata pubblicata la relativa graduatoria di merito e il 4 maggio, ovvero una settimana dopo la data prevista e annunciata dalla Regione per la partenza su tutto il territorio regionale delle USCA, i professionisti sono stati convocati nella sede della Asl per la firma dell&#39;accettazione degli incarichi, con decorrenza degli stessi a partire dal 7 maggio. Il giorno successivo i medici sono stati nuovamente convocati per sottoporsi al tampone prima di entrare in servizio. Il 6 maggio la nuova comunicazione con la rettifica della data della partenza dal 7 all’11 maggio. Insomma poche idee e ben confuse. Dopo tutto questo come si può pretendere che i medici si fidino della Regione? I medici di continuità assistenziale sono presidi di salute sui territori e dovrebbero essere ringraziati, non accusati solo perché pretendono trasparenza e chiarezza per poter combattere contro il Covid -19”./comunicato <br /> Wed, 13 May 2020 16:45:47 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74177/Cig-Damascelli---In-Puglia--110mila-lavoratori-ancora-senza-ammortizzatori-sociali--Situazione-incivile- Ambriola Angelo Commissioni Cig Damascelli: “In Puglia, 110mila lavoratori ancora senza ammortizzatori sociali. Situazione incivile” Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli. <br />“I numeri sulla cassa integrazione in deroga, in Puglia, fotografano una situazione incivile e di uno Stato che comprime la vita dei cittadini e non dà risposte efficaci e celeri. Abbiamo chiesto aggiornamenti oggi in VI Commissione in merito alla grave situazione di migliaia di pugliesi che, oltre ad aver perso il lavoro, ancora non beneficiano degli ammortizzatori sociali. Una situazione gravissima. Su oltre 36mila domande pervenute per 125mila lavoratori, ne sono state liquidate solo 13mila. Dati assurdi, che raccontano il dramma di migliaia di persone che non sanno come fare la spesa, come soddisfare le esigenze familiari primarie e pagare i mutui o i fitti. Ritardi e lungaggini dovute anche ai doppi e inutili passaggi tra Inps e Regioni. A tal proposito, è incredibile anche che l’Inps stia operando con le stesse risorse umane dei periodi normali, laddove la straordinarietà del momento avrebbe dovuto imporre un potenziamento immediato e corposo delle strutture, per far fronte celermente alle richieste di cittadini che da quasi tre mesi non percepiscono un euro. Bisogna evadere subito le pratiche, non si può più perdere tempo. I fondi ci sono, ma se è vero che l’Inps ha bisogno ancora di un mese per completare i pagamenti, la Giunta regionale, in conferenza Stato-Regioni, si batta per chiedere immediatamente di ampliare gli organici dell’istituto, in modo da accelerare la liquidazione delle domande di Cig in deroga. Bisogna fare presto, è un dovere morale nei confronti della comunità”./comunicato <br /> Wed, 13 May 2020 16:35:26 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74176/Mottola--M5S---Il-PTA-nell-ex-Umberto-I-va-valorizzato-al-termine-dell-emergenza-Covid- Racanelli Mariantonietta Sanità Mottola, M5S: “Il PTA nell'ex Umberto I va valorizzato al termine dell’emergenza Covid” ”Perché l’ex Umberto I di Mottola continua a essere vuoto al 90%, nonostante i 40 milioni spesi per la sua conversione in PTA? Da piano di riordino da anni avrebbero dovuto esserci un hospice da 20 posti e RSA R1 ad alta intensità assistenziale da 40 posti. Invece una struttura nuova continua a essere sottoutilizzata e in piena emergenza Covid si è preferito trasferire i pazienti oncologici del Moscati in cliniche private, invece che nel presidio. Nel piano ospedaliero regionale Coronavirus il PTA è stato destinato ad ospitare i pazienti post Covid. Cosa succederà dopo? Per quanto tempo la provincia di Taranto dovrà attendere l’aumento del numero di posti letto, dal momento che il previsto nuovo ospedale San Cataldo è ancora solo poco più che un progetto?”, lo chiedono i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Marco Galante e Antonella Laricchia in una interrogazione urgente al presidente/assessore alla Sanità Emiliano sulla situazione per presidio territoriale assistenziale di Mottola per sapere come si intende valorizzare al termine dell’emergenza Covid-19 il PTA di Mottola e quali saranno le tempistiche di realizzazione degli interventi previsti, dal momento che ad oggi i 60 posti letto indicati negli atti regionali risultano ancora “da attivare”. <br /> <br />“L’emergenza sanitaria - sottolineano i consiglieri - ha messo ancor più in luce la necessità di rivedere le scelte fatte a livello regionale al momento dell’approvazione del piano di riordino ospedaliero, che ha tagliato posti letto e pensato solo ai bilanci, senza tener conto in alcun modo del fabbisogni dei territori. Sono stati chiusi ospedali in nome di nuovi nosocomi, mentre i CPT non sono stati attivati e PTA come quello di Mottola che funzionano solo parzialmente, mentre potrebbero rispondere ai bisogni di salute della provincia, evitando ai cittadini viaggi della speranza inutili e costosi. Il potenziamento dei presidi territoriali è oggi ancora sulla carta, in particolare nel territorio tarantino, che conta un numero di malati oncologici molto elevato. Per questo chiediamo - concludono i pentastellati - l’immediata valorizzazione del presidio di Mottola, nonché di conoscere i dati epidemiologici, <br /> quelli relativi ai bacini di utenza, all’indice di occupazione, alle soglie minime di volumi di attività specifiche delle liste d&#39;attesa e alla mobilità passiva delle strutture di Taranto, rilevati sia al momento dell’emanazione del piano di riordino sia attualmente. <br /> Vogliamo avere inoltre una ricognizione delle strutture sanitarie pubbliche esistenti nell’ASL Taranto con analisi dei dati. Il PTA di Mottola non può rimanere un monumento allo spreco di denaro pubblico”./comunicato Wed, 13 May 2020 16:06:51 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74175/Truffa-buoni-spesa--Congedo---Ottimo-lavoro-della-questura--Andrea-Guido-aveva-messo-in-guardia- Racanelli Mariantonietta Cronaca Truffa buoni spesa, Congedo: "Ottimo lavoro della questura; Andrea Guido aveva messo in guardia" &quot;Ci congratuliamo con il vicequestore Albini e gli agenti della Questura di Lecce per aver concluso un’indagine lampo che ha permesso di smascherare i responsabili di un giro di buoni spesa falsi. Un’attività deplorevole mirata a speculare sulla grave crisi sociale ed economica dovuta all’emergenza coronavirus. Un ringraziamento anche ai commercianti che con la loro collaborazione hanno permesso alle forze dell’ordine di mettere fine a questo vero e proprio sciacallaggio. <br />Questa indagine, peraltro, conferma come la denuncia lanciata dal Vicepresidente del Consiglio comunale Andrea Guido sulla circolazione anomala di buoni spesa in città non solo fosse seria e attendibile, ma meritasse un doveroso approfondimento da parte dell’Amministrazione comunale. Il Sindaco e la Giunta, invece, hanno preso la palla al balzo per querelare Andrea Guido, evidentemente interpretando come reato di lesa maestà quello che era un grido di allarme rivelatosi alla prova dei fatti assolutamente fondato. Per il governo cittadino l’ennesima occasione sprecata per dimostrare attenzione verso l’azione dell’opposizione, per l’amico Andrea una conferma della bontà del suo operato&quot;. /comunicato Wed, 13 May 2020 16:01:32 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74174/Centri-diurni-psichiatrici--Galante---Rivedere-le-disposizioni-regionali-per-la-ripresa-delle-attivita- Racanelli Mariantonietta Sanità Centri diurni psichiatrici. Galante: “Rivedere le disposizioni regionali per la ripresa delle attività” <p>Il consigliere del M5S Marco Galante ha inviato una nota al direttore del Dipartimento Salute regionale Vito Montanaro e all’assessore alla sanità Michele Emiliano per chiedere di rivedere la posizione presa dalla Regione Puglia in tema di ripresa delle attività dei Centri Diurni psichiatrici. <br /></p><p>&quot;In particolare - dichiara Galante - ho chiesto di porre l’attenzione sulla circolare che ha previsto una frequenza massima di 10 pazienti al giorno sui 20 previsti dal Regolamento regionale. Ritengo sussista un rischio di infezione da Covid-19 elevato per l’inevitabile assembramento di utenti e operatori in spazi comunque limitati, poco arieggiati e a volte stretti. Per questo ho chiesto che il Dipartimento salute regionale e il &quot;non Presidente/Assessore&quot; alla sanità pugliese possano rivedere le disposizioni in modo da escludere la contemporanea presenza di 10 utenti all’interno dei Centri e formulare disposizioni che chiariscano che i gruppi debbano essere formati da non più di 3-4 utenti con conseguente turnazione degli stessi nell’arco della giornata.</p><p>Soluzione - conclude - che sarebbe inoltre molto più in linea con quanto stabilito dal Ministero della Salute che richiede di prediligere l’attività da remoto, individuandola come strumento per la gestione delle fragilità degli utenti in questa fase di forte criticità e che, in ogni caso, sottolinea il divieto assoluto di assembramenti. Auspico una immediata inversione di rotta da parte della Regione&quot;. /comunicato<span id="tempSpan"></span></p> Wed, 13 May 2020 15:26:38 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74173/PTA-di-Cisternino--Amati---30-mila-prestazioni-nell-anno-2019--Un-punto-di-riferimento-consolidato-per-i-cittadini- Racanelli Mariantonietta Sanità PTA di Cisternino, Amati: “30 mila prestazioni nell’anno 2019. Un punto di riferimento consolidato per i cittadini” “Anche Cisternino conferma l’operatività e l’ottimo funzionamento del modello di assistenza sanitaria territoriale. Tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2019, le prestazioni effettuate, comprensive di Pronto Soccorso, Ospedale di Comunità e decine di ambulatori medici, sono state più di 30 mila. Il PTA di Cisternino è diventato un punto di riferimento consolidato per i cittadini, perché in grado di rispondere con professionalità ed efficienza alle richieste di salute. Mi auguro che, dopo l’interruzione dettata dall’emergenza Covid-19, possa riprendere al più presto il suo funzionamento”. <br /> <br />Lo dichiara Fabiano Amati, Presidente della Commissione regionale bilancio, commentando il Report sulle prestazioni effettuate nell’anno 2019 dal PTA di Cisternino. <br /> <br />“L’analisi dei dati ci permette di approfondire le prestazioni nello specifico. In totale, sono state effettuate 25.621 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (tra cardiologia, centro prelievi, dermatologia, diabetologia, endocrinologia, fisiatria, gastroenterologia, geriatria, laboratorio analisi, neurologia, oculistica, ortopedia, otorinolaringoiatria, radiologia, urologia). Dal 1° gennaio al 30 dicembre 2019 il Punto di Primo Intervento ha trattato 4.067 casi; senza dimenticare l’operato dell’Ospedale di Comunità che ha effettuato 332 ricoveri. Insomma, i numeri ci danno conferma di un’esperienza sanitaria con performance efficaci. Un proficuo lavoro di sinergia, come testimoniato anche dalla recentissima struttura per pazienti post acuti Covid realizzata in pochissimi giorni. Il mio sentito ringraziamento – conclude – va a tutti i medici, il personale e il Direttore generale della ASL per l’impegno e per l’apporto positivo dato alla sanità pugliese”. <br /> <br />Di seguito il Report completo. <br /> <br /> <br /> <br />PUNTO TERRITORIALE di ASSISTENZA CISTERNINO (PTA) 2019 <br /> <br /> <br /> <br />Report statistico dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019 <br /> <br /> <br /> <br />I dati sono stati raccolti dagli uffici della Presidenza della Commissione Bilancio e Programmazione della Regione Puglia. <br /> <br /> <br /> <br />PUNTO DI PRIMO INTERVENTO (ex Pronto Soccorso): <br /> <br /> <br />Dal 1° gennaio al 30 dicembre 2019 sono stati trattati 4.067 casi (3.776 nel 2018), di cui: 355 trattati sul luogo dell’evento e non trasportati in ospedale (305 nel 2018); 300 centralizzati a Martina Franca (250 nel 2018), 183 centralizzati a Brindisi (137 nel 2018); 175 centralizzati a Ostuni (208 nel 2018). I pazienti trattati e dimessi dal PPIT di Cisternino sono stati 3.054 (2.876 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />Circa la valutazione sanitaria nel periodo considerato, i codici rossi sono stati 52 (26 nel 2018) e di questi, 43 sono stati trattati al P.S. di Brindisi; 5 a quello di Ostuni e 4 a quello di Martina Franca. I codici gialli sono stati 557 (510 nel 2018); di questi 146 sono stati trattati al P.S. di Ostuni, 272 al P.S. di Martina Franca e 139 al P.S. di Brindisi. Infine, i codici verdi sono stati 49 (59 nel 2018), trattati nell’ordine al P.S di Ostuni (24), Martina Franca (24) e Brindisi (1). <br /> <br /> <br /> <br />OSPEDALE DI COMUNITÀ: dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019 sono stati effettuati 332 ricoveri, di cui 125 per riabilitazione intensiva e dimissioni protette, a fronte dei 12 posti a disposizione. I ricoveri complessivi del 2018 erano stati 327, di cui 81 per riabilitazione intensiva e dimissioni protette. <br /> <br /> <br /> <br />– CARDIOLOGIA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 993 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (1.072 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– CENTRO PRELIEVI: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 3.145 prestazioni (0 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– DERMATOLOGIA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 732 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (790 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– DIABETOLOGIA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 sono state effettuate 471 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (525 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– ENDOCRINOLOGIA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 sono state effettuate 256 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (257 nel 2018). <br /> <br /> <br />– FISIATRIA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 555 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (531 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– GASTROENTEROLOGIA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 312 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (319 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– GERIATRIA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 18 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (0 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– LABORATORIO DI ANALISI: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 2.714 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (5.081 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– NEUROLOGIA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 455 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (475 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br /> – OCULISTICA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 905 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (1.025 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– ORTOPEDIA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 5.885 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (6.879 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– OTORINO: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 1.333 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (984 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– RADIOLOGIA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 7.315 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (7.242 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />– UROLOGIA: dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ha effettuato 532 prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali (591 nel 2018). <br /> <br /> <br /> <br />Totale prestazioni specialistiche ambulatoriali distrettuali: 25.621 (25.771 nel 2018) <br /> <br /> <br /> <br />A questo elenco vanno aggiunte le prestazioni specialistiche assicurate attraverso l’attività di specialisti convenzionati. <br /> <br /> <br /> <br />I risultati riepilogati sono stati raggiunti, nelle diverse responsabilità, mansioni e titoli contrattuali attraverso il lavoro dei Medici: Umberto Di Capua, Anna Rita Dell’Anna, Vittoria Gigantelli, Giuseppe Franchino, Pietro Loiacono, Consiglia Giovine, Gaetano Gagliardi, Maria Letizia Pacciolla, Lucia Binetti, Fabio Mininni, Franco Zizzi, Paolo Luperto, Stefania Zizzi, Cosimo Moro. <br /> <br /> <br /> <br />A loro si aggiungono i medici di Medicina Generale di Cisternino che operano nell’Ospedale di Comunità – Maria Cagnazzo, Giovanni Canzio, Maria Teresa Colucci, Michele Colucci, Maria Cristina Fino, Antonia Gallone, Naresh Murthy, Enzo Palmisano, Rita Perrini, Giovanni Paolo Putignano, Federica Rinaldi (da ottobre 2019), Donato Tozzi –, oltre a tutto il personale adibito – direttamente e indirettamente – ai diversi e numerosi servizi. <br /> <br /> <br /> <br />Si ringraziano, inoltre, il dott. Massimo Leone (Direttore 118 Brindisi), la dott.ssa Rossella Rosato (Direttrice del distretto) e tutto il personale amministrativo addetto. Si ringrazia, infine, il dott. Giuseppe Pasqualone, Direttore Generale della Asl Brindisi. Wed, 13 May 2020 15:09:07 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74172/Cassa-integrazione-in-deroga--tirocini-e-formazione--le-audizioni-dell-assessore-Leo-in-VI-Commissione Villani Emanuela Commissioni Cassa integrazione in deroga, tirocini e formazione: le audizioni dell’assessore Leo in VI Commissione L’aggiornamento della situazione inerente la cassa integrazione in deroga, argomento principale su cui si è discusso in VI Commissione, presieduta da Domenico Santorsola, svoltasi in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza. L’assessore Sebastiano Leo ha chiarito che senza alcun spirito polemico adesso tocca all’INPS erogare i pagamenti della Cigd, visto che la Regione Puglia ha terminato la valutazione delle domande pervenute da parte delle aziende. In definitiva su 36.768 domande pervenute, la Regione ha istruito, valutato e inoltrato ad INPS 33.102 pratiche che corrispondono a 125 mila lavoratori che dovrebbero beneficiare dell’ammortizzatore sociale in deroga. Sono quasi più di tre mila le domande cha sono rimaste da inoltrare, ma sono quelle da integrare o errate. L’assessore Leo ha rassicurato la Commissione che la Puglia ha a disposizione 210 milioni di euro, risorse sufficienti per far fronte alle richieste attuali e andare oltre, se si pensa che per le oltre 36 mila domande sono stati impegnati 154 milioni di euro. <br />Facendo riferimento all’incontro tenutosi a livello nazionale a cui hanno partecipato una delegazione di governatori e i ministri agli affari regionali Francesco Boccia e al lavoro Nunzia Catalfo, l’assessore ha detto che è necessario e urgente semplificare le procedure della deroga, strumento per abbreviare i pagamenti, tant’è che si sta pensando di bypassare le Regioni e superare le procedure esistenti, per arrivare a un raccordo diretto tra lavoratori e Inps. <br />Alle richieste pervenute durante la seduta da parte dei consiglieri Ventola, Damascelli, Pentassuglia, Di Bari, Bozzetti, in merito alla necessità di avere delle notizie più certe sulla situazione dei pagamenti da parte dell’INPS, l’assessore Leo non ha esitato ad interpellare il direttore regionale dell’INPS Giulio Blandamura che in diretta telefonica è intervenuto, spiegando che in tutto ad oggi sono pervenute più di 200 mila pratiche che comprendono richieste per ammortizzatori sociali tra Cigo, Cigs, Cigd e FIS. Di questi ad oggi, ha detto il direttore, sono stati erogati in tutto 59 mila pagamenti, ma solo di cassa in deroga sono precisamente 13.442 le prestazioni erogate rispetto ai 125 mila lavoratori aventi diritto. Il direttore Blandamura ha detto anche che l’obiettivo che si sono posti come INPS è di raggiungere quota 40/45 mila pagamenti a settimana e cercare di completare entro un mese l’erogazione, alla luce della situazione attuale. <br />L’assessore Leo, alle sollecitazioni pervenute da parte dei commissari di essere più celeri nell’erogazione dei pagamenti, ha risposto che la Regione Puglia in sede di IX Commissione nella Conferenza Stato-Regioni, ha suggerito di adottare procedure molto più snelle da far adottare all’INPS e si spera che tali misure possano essere inserite nel decreto “Rilancio”. L’assessore ha anche detto che i governatori, ribadendo di non avere responsabilità per i ritardi, si sono detti pronti al tavolo con il governo a vedere e dare l&#39;ok nelle prossime ore, alle norme che il ministro Catalfo starebbe preparando per semplificare e accelerare il meccanismo. A tal proposito è intervenuto il presidente Santorsola, rilevando quanto sia opportuno e auspicabile che la procedura escludesse il passaggio oggi di competenza esclusivamente delle Regioni. <br />Relativamente al protocollo siglato tra Regione Puglia e Istituti bancari per l’anticipo della cassa integrazione in deroga che spetta ai lavoratori, l’assessore ha riferito che dall’incontro tra organizzazioni sindacali, Anci Puglia e una rappresentanza degli istituti bancari presenti in Puglia, è emerso come siano ancora troppo pochi i pugliesi a cui è stata riconosciuta la cassa in deroga, che si sono recati presso le banche a chiederne l’anticipo in attesa che INPS elabori il pagamento. Il Protocollo firmato a fine aprile con gli Istituti di Credito, proprio nella previsione di ritardi nel pagamento della cassa, si pone l’obiettivo di attivare finanziamenti individuali da parte degli istituti bancari a spese zero per lavoratori dipendenti di aziende che hanno fatto ricorso agli ammortizzatori sociali, in attesa di percepire da parte dell&#39;Inps le indennità di sostegno al reddito. L’assessore ha rilevato quanto sia opportuno usufruire di questa possibilità che avviene tutta telematicamente. La Regione Puglia ha chiesto di aumentare il numero di anticipi e di semplificare la procedura di erogazione e gli Istituti bancari hanno garantito di semplificare le procedure per aiutare i cittadini pugliesi nell’erogazione degli anticipi. <br /> <br /> <br /> <br /> <br /> <br />Altro argomento oggetto di audizione ha riguardato le problematiche inerenti la ripresa del lavoro per i tirocinanti e stagisti le cui aziende hanno ripreso le attività ai sensi del DPCM del 27 aprile e le proposte a salvaguardia dei tirocinanti e stagisti di aziende ancora soggette a restrizioni o che hanno fatto richiesta di ammortizzatori sociali. La richiesta di fare chiarezza nel merito è stata avanzata dal consigliere Donato Pentassuglia, a cui l’assessore Leo ha detto che in ragione della persistenza della situazione di emergenza sanitaria, tutti i tirocini extracurriculari svolti nell&#39;ambito del territorio regionale pugliese sono stati sospesi. Ma per ciò che attiene la formazione professionale, da parte della Regione è stato attivato subito un percorso atto a garantire la formazione a distanza mettendo a disposizione le somme necessarie pari a 20 milioni di euro. Sarà adottato nelle prossime ore un provvedimento che riguarderà i corsisti della formazione professionale per OSS, con cui si darà la possibilità agli enti di formazione di far espletare gli esami anche a coloro che non hanno completato il monte ore. <br />Per i tirocini in particolare, si stanno aspettando le linee guida del Governo per poter dare avvio all’attività. Nel frattempo però l’Assessorato in collaborazione con il professore Lopalco sta lavorando per mettere a punto delle linee guida regionali che dovranno necessariamente ottemperare a quelle nazionali. <br /> <br />In ultimo, il rischio di licenziamento dei dipendenti dello stabilimento locale della Coca Cola, è stato inserito come punto all’ordine del giorno della seduta della Commissione, solo per accendere i fari dell’attenzione da parte della Regione ed eventualmente attuare dei provvedimenti di portata nazionale, nel caso in cui si dovessero attuare politiche spregiudicate. <br /> <br /> Wed, 13 May 2020 14:28:37 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74171/Scomparsa-onorevole-Gorgoni--il-cordoglio-di-Paolo-Pellegrino Racanelli Mariantonietta Cronaca Scomparsa onorevole Gorgoni, il cordoglio di Paolo Pellegrino “Un amministratore e un politico di lungo corso, che ha sempre difeso strenuamente le ragioni del Sud e della sua terra. Con la scomparsa dell’onorevole Gaetano Gorgoni la Puglia e il Salento perdono un pezzo importante della storia repubblicana. Un uomo che ha saputo, in ogni sede, portare avanti le istanze delle comunità con passione civica e con l’alto senso delle istituzioni. Con Ninì ho avuto l’onore di vivere stagioni politiche dedicate e di aver sempre riscontrato in lui saggezza e signorilità. Come Italia in Comune esprimiamo il nostro più sentito cordoglio alla sua famiglia e a tutte le comunità nelle quali Gorgoni ha svolto l’incarico di consigliere comunale e di sindaco”. <br /> <br />Lo dichiara il presidente di Italia in Comune alla Regione Puglia, Paolo Pellegrino. /comunicato Wed, 13 May 2020 14:14:25 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74170/Cavallino--Le---Trevisi---Mantenere-alta-l-attenzione-sulle-modalita-di-conduzione-del-sito- Racanelli Mariantonietta Rifiuti Cavallino (Le), Trevisi: “Mantenere alta l’attenzione sulle modalità di conduzione del sito” <p>“Da tempo chiediamo maggiori controlli della Regione per il territorio di Cavallino. In particolare, l’attenzione sulle modalità di conduzione della discarica deve restare sempre alta in un territorio che ormai da troppo tempo subisce gli impatti ambientali cumulativi prodotti dalla presenza di diversi impianti che hanno compromesso lo sviluppo di altre attività produttive e industriali”, lo dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Antonio Trevisi dopo l’incendio divampato ieri in uno dei biotunnel collegati al capannone dove vengono convogliati i rifiuti della discarica di Cavallino. <br /></p><p>“È importante chiarire - spiega il consigliere - le cause dell’incidente e soprattutto, visto anche l’intervento di Arpa e del Nucleo Nbcr dei vigili del fuoco, accertarsi che le sostanze emesse dall’incendio non abbiano prodotto situazioni di particolare criticità. Lo abbiamo sottolineato più volte: i dati riguardanti la salute pubblica sono disastrosi in un paese in cui le amministrazioni hanno sempre ammesso che l’economia si fondava sui rifiuti, non programmando alcuno sviluppo alternativo Bisogna pensare invece a un nuovo modello di città che sia sostenibile da un punto di vista ambientale. <br />Solo con una gestione innovativa che proponiamo da tempo potremmo mettere al centro la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente”. /comunicato</p> Wed, 13 May 2020 14:04:16 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74169/Covid-19--Marmo---Test-sierologici--tamponi-e-laboratori-accreditati--In-Puglia-ancora-molta-confusione- Racanelli Mariantonietta Sanità Covid-19, Marmo: “Test sierologici, tamponi e laboratori accreditati. In Puglia ancora molta confusione” Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo. <br /> <br />“Da una settimana è iniziata la fase 2, che nei programmi del governo doveva essere caratterizzata da una graduale ripartenza con il potenziamento degli strumenti di controllo e dei dispositivi di tracciamento e quelli di sicurezza. In particolare, si è parlato tanto sui test sierologici, indispensabili secondo gli esperti del governo per garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro. Bene, ancora oggi, anche su questo, c’è grande confusione. Per non parlare della fantomatica app “Immuni” e delle mascherine che sembrano già essere terminate. Una confusione a cui, ovviamente, non si sottrae la nostra Regione. Infatti, a differenza di tante altre Regioni (come Toscana, Liguria, Piemonte, Veneto, Campania, Marche, Sicilia, Calabria e Sardegna) che fanno i test già da un mese, avvantaggiandosi così nello studio epidemiologico dell&#39;immunità sul territorio, in Puglia non si sa che strada prendere. Il professor Lopalco prima si è dichiarato favorevole e poi scettico. Idem Emiliano, che fra le sue tante ordinanze non ha trovato il tempo di soffermarsi su un punto così importante. <br />In tutto ciò sia le aziende che i sindaci (in qualità di datori di lavoro dei dipendenti comunali) non sanno se possono fare i test oppure no. Ergo, vorremmo sapere con quali garanzie il 4 maggio milioni di cittadini sono tornati a lavoro, visto che non ci sono regole regionali chiare. Il test potrebbe essere disposto da qualsiasi medico competente di aziende private e i medici del lavoro sono nel caos, non avendo direttive in merito, perché non sanno se dichiarare o meno un dipendente idoneo al lavoro. <br />Oltre all’aspetto dei test, su cui pretendiamo disposizioni dettagliate e immediatamente operative, un altro punto da affrontate con urgenza riguarda i laboratori accreditati che da fine febbraio lavorano solo con ricette mediche urgenti e patiscono un calo del fatturato mensile dell’80%. Bene, in altre Regioni sono stati incaricati dai presidenti di fare i test per non intasare i laboratori degli ospedali pubblici. Un’azione che ci sembra di buon senso e che, però, per qualche ragione a noi sconosciuta, non è stata al momento adottata dalla Regione Puglia. Insomma, se tanti sono i dubbi sulla gestione della fase di ripartenza da parte del governo nazionale, ancor più caotico appare l’operato della Regione Puglia, in un momento che dovrebbe spingere tutti all’estrema prudenza e a un controllo ottimale dell’epidemia, proprio attraverso i test e i tracciamenti, per evitare il riemergere di nuovi focolai. Ci aspettiamo che il Presidente Emiliano e la sua task force vogliano dare al più presto spiegazioni e fugare ogni dubbio”. /comunicato<br /> Wed, 13 May 2020 13:42:52 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74168/Premio--Terre-di-Puglia----Nuove-presentazioni-dei-libri-candidati Racanelli Mariantonietta Biblioteca Premio “Terre di Puglia” – Nuove presentazioni dei libri candidati In attesa della premiazione, posticipata in autunno, della terna delle Case Editrici pugliesi, finaliste del Premio Letterario “Terre di Puglia”, il Club Femminile dell’Amicizia ha invitato tutte le Case Editrici partecipanti al Premio ad intervenire in un format video che, a partire dal 15 maggio, sarà trasmesso a puntate sulla pagina Facebook della Biblioteca comunale “Giovanni Colonna” di Santeramo in Colle (https://www.facebook.com/bibliospazigiovannicolonna). <br /> <br />Ogni incontro web prevede la partecipazione di un Editore in concorso, con l’intervento dell’Autore del romanzo presentato. <br /> <br />Converseranno con gli ospiti la Presidente del Club Angela Disanto, la scrittrice e ideatrice del Premio Giulia Poli Disanto; modererà l’incontro la giornalista pubblicista Rosa Angela Silletti, responsabile della biblioteca per conto della Cooperativa Soleluna. <br /> <br /> <br />Il Premio Letterario “Terre di Puglia” è un’iniziativa promossa dal Comune di Santeramo in Colle, in collaborazione con Teca del Mediterraneo, biblioteca del Consiglio regionale della Puglia, Gal Terre di Murgia e il patrocinio dell’associazione Presìdi del libro. <br /> <br />Sono ben diciotto i titoli candidati, libri di narrativa pubblicati nell’anno 2019. <br /> <br />Alessio Rega, Giro di vita, Les Flaneurs Edizioni <br />Cristò, La meravigliosa lampada di Paolo Lunare, TerraRossa Edizioni <br />Sergio Fontana, H. Memorie di Eracle, Edipuglia <br />Bianca Tragni, Anna Ximenes, Edizioni di Pagina <br />Valeria Patruno, Il giallo è un colore neutro, Giazira Scritture <br />Cosimo Sammarruga, Il mobile dei segreti, Schena Editore <br />Annalisa Graziano, Solo mia. Storie vere di donne, Edizioni La Meridiana <br />Ettore Gobbato, Tana Beles, Radici Future Edizioni <br />Elisabetta Ferrara, La vita è un sacco pieno di giorni, Nuova Palomar <br />Rita Lopez, Apri gli occhi, Florestano Edizioni <br />Pietro Zauli, L&#39;ultima tarantata, I libri di Icaro <br />Luigi Laguaragnella, Abbracci, Progedit <br />Elvio Carrieri, Fuoco amico a Bari, Mario Adda Editore <br />Annamaria Gustapane, Malepilu, Besa Muci <br />Maria Concetta Cataldo, Un volto dal tempo – Angela, Edizioni Giuseppe Laterza <br />Giovanna De Crescenzo, A un passo da te, WIP Edizioni <br />Milena Magnani, Il circo capovolto, Kurumuny Edizioni <br />Sebastiano Mondadori, Il contrario di padre”, Manni editore <br /> Wed, 13 May 2020 12:33:04 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74167/Il-cordoglio-di-Erio-Congedo-per-la-scomparsa-dell-On--Nini-Gorgoni Racanelli Mariantonietta Cronaca Il cordoglio di Erio Congedo per la scomparsa dell’On. Ninì Gorgoni <p>Il cordoglio di Erio Congedo per la scomparsa dell’On. Ninì Gorgoni <br /></p><p>&quot;Partecipo con sincera commozione e profonda tristezza al dolore della famiglia e della comunità di Cavallino per la scomparsa dell’indimenticabile Ninì Gorgoni. Ho avuto il privilegio di conoscerlo bene e di instaurare con lui un rapporto di grande stima e amicizia che mi ha consentito di apprezzarne le doti umane prima ancora di quelle politiche. Di lui ricorderò sempre il tratto di persona per bene, di grande cultura, mite e gentile nei modi, ma intransigente nei Valori. Il Salento, la Puglia, l’Italia perdono un politico illuminato, coerente e rigoroso, innamorato della sua Terra per la quali si è speso con generosità nel corso di una carriera politica che l&#39;ha visto protagonista ai massimi livelli delle Istituzioni&quot;. /comunicato<br /></p> Wed, 13 May 2020 12:29:34 +0200 http://portale2020.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/74166/Sanita--Senso-Civico---Stabilizzazione-del-personale-precario-della-sanita-non-e-piu-procrastinabile--Dopo-il-si-del-Governo--ora-tocca-alla-Regione- Racanelli Mariantonietta Sanità Sanità, Senso Civico: “Stabilizzazione del personale precario della sanità non è più procrastinabile. Dopo il sì del Governo, ora tocca alla Regione” <p>“Il 23 novembre scorso il ministro della Salute Roberto Speranza, a Lecce per la presentazione del libro del consigliere regionale Ernesto Abaterusso, si impegnò con i rappresentanti sindacali dei precari della sanità per la loro stabilizzazione definitiva. Qualche giorno dopo, durante la discussione della legge di stabilità, fu approvato, con il sostegno del governo, un emendamento che permetteva la stabilizzazione per tutti coloro che avevano maturato 36 mesi di servizio entro il 31 dicembre 2019. Successivamente, durante la discussione per l&#39;approvazione del decreto Omnibus, tale temine è stato spostato al 31 dicembre 2020. E si sta lavorando affinché nella prossima legge di Stabilità il termine venga ulteriormente esteso al 31 dicembre 2021, in maniera da non lasciare nessuno escluso. <br />In un momento in cui il mondo della sanità è in prima linea per fronteggiare l&#39;emergenza legata alla diffusione del covid-19, la Regione Puglia deve cambiare passo definendo, dopo anni di attesa, un percorso di stabilizzazione dei precari. Chiediamo quindi al presidente Emiliano, nonché assessore alla Sanità, e alle strutture sanitarie regionali di procedere con urgenza a quanto stabilito dalle norme approvate, in maniera da soddisfare nel più breve tempo possibile le attese dei circa 2000 operatori sanitari precari operanti in Puglia e dar loro tranquillità e certezza nel futuro&quot;. <br /></p><p>Lo dichiarano i consiglieri regionali di Senso Civico – Un Nuovo Ulivo per la Puglia, Sabino Zinni (presidente) Ernesto Abaterusso, Mino Borraccino, Alfonso Pisicchio, Pino Romano e Giuseppe Turco. /comunicato<br /></p> Wed, 13 May 2020 11:43:25 +0200